Agenzia specializzata nella creazione di siti web. Rappresenta una realtà d’eccellenza nel panorama italiano, con importanti referenze a livello nazionale ed internazionale.

Ultime News

+(39) 091 543569
Via Bevuto, n°29,Termini Imerese
webmastertermini@gmail.com
Image Alt

Quali sono le novità per il webmaster in merito al GDPR?

Quali sono le novità per il webmaster in merito al GDPR?

Prima di tutto è opportuno ricordare in che modo l’aggiornamento recente abbia portato tutti i titolari di siti web a modificare le modalità attraverso le quali chiarire agli utenti le tutele nei loro confronti.

Si può pensare, infatti, che le nuove direttive consistono nell’inserimento di un’informativa privacy; in realtà è necessaria una formazione specifica attraverso un continuo aggiornamento.

Bisogna sempre tener presente che gli aggiornamenti devono essere applicati anche relativamente allo scopo di un sito. 

All’interno di questo articolo vedremo quali sono le disposizioni a cui va incontro il web master.

Innanzitutto il GDPR è un obbligo che si applica a tutte le aziende, la base dalla quale partire è la redazione di un’informativa privacy nel contratto con il cliente.

A quali linee deve adeguarsi invece nei confronti degli utenti?

Dipende dal rapporto professionale che instaura con il cliente:

Nel caso in cui il webmaster si limita a consegnare una struttura informatica senza mettere in atto ulteriori azioni. 

Diverso è il caso in cui il webmaster detiene dati sensibili del sito come backup e aggiornamento, attraverso i quali, appunto, potrà avere accesso a tutti i dati degli utenti che un sito veicola. 

I casi in cui il webmaster ha accesso a questi dati quando

  • si occupa di vendita dell’hosting al cliente;
  • quando acquisisce i dati degli utenti per funzionalità di 
    • web analytics (in cui è possibile tracciare dettagli relativi al traffico di visitatori del sito)
    • accesso ai commenti degli utenti, nel caso in cui si tratti di un blog
    • presenza di cookie di profilazione, strumenti necessari a raccogliere dati degli utenti in modo da selezionare banner pubblicitari targettizzati sulla base delle preferenze del visitatore del sito. 
    • presenza di un form di contatto in cui è l’utente che inserisce volontariamente i suoi dati personali. 

Come deve adeguarsi invece l’azienda proprietaria del sito?

L’azienda è, di fatto, proprietaria dei dati, e in quanto tale, deve proteggerli e nominare il webmaster come responsabile del trattamento con un contratto i cui vengono specificate le modalità attraverso le quali si autorizza al trattamento.

Una volta designato il webmaster come responsabile del trattamento dei dati degli utenti, questo dovrà attenersi all’utilizzo legittimato dal contratto stipulato con l’azienda. 

Nel caso in cui l’azienda non dovesse rispettare quest’obbligo, il webmaster resta ugualmente responsabile del trattamento ed entrambe le parti possono incorrere in sanzioni. 

La soluzione che può adottare il webmaster è quella di nominare sé stesso come responsabile del trattamento nei contratti che includono backup e aggiornamento.

In questo modo è possibile definire i ruoli e gli obblighi di ciascuna parte all’interno delle relazioni webmaster-azienda proprietaria in cui il webmaster può tutelarsi attraverso regolamentazioni corrette per il GDPR. 

Apri chat
1
Serve aiuto?
Ciao! Come posso aiutarti?